Venezia, sequestrato pesce scaduto

Prodotti ittici pronti per essere immessi sul mercato ma che non rispettavano i criteri di tracciabilità e scadenza, e la chiusura di un esercizio commerciale per otto giorni, con sanzioni per 25 mila euro sono l'esito di controlli effettuati dal Centro controllo area pesca della Capitaneria di porto al mercato ittico all'ingrosso di Venezia. I militari hanno proceduto al sequestro 40 chilogrammi di granchi di laguna privi della certificazione sulla tracciabilità, 30 chili di ombrine scadute e 80 di merluzzo sottomisura. Con l'intervento del servizio sanitario Ulss di Venezia i granchi ancora vivi sono stati rigettati in mare, mentre i merluzzi sono stati donati alla Caritas. Il prodotto scaduto invece e stato distrutto. L'esercizio commerciale, della provincia di Foggia, è stato chiuso per otto giorni per violazione del dl che disciplina il pescato sottomisura; a carico di tre aziende del settore sono state elevate contravvenzioni in materia di tracciabilità per 25.000 euro. (ANSA).

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Camposampiero

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...